Il progetto di Palazzo Dei Mercanti è nato quasi per caso, da un incontro a pranzo in quel di Rimini tra me, Nicola (uno degli architetti della struttura che dirigevo allora) e Matteo Di Sabatino, imprenditore Ascolano ideatore del progetto.Palazzo dei Mercanti Collage Da questo incontro è nata un’intesa professionale, sfociata poi in un’amichevole collaborazione che ha dato forma concreta a Palazzo Dei Mercanti.

Ho infatti seguito e affiancato Matteo sin da subito, da circa 1 anno prima dell’apertura, supportandolo nelle scelte strategiche, sia di carattere commerciale che operativo: dalla scelta della politica commerciale alla definizione del pricing, dagli standard comportamentali del personale alla definizione del servizio Breakfast, dal Revenue Management (in cui li affianco tuttora) al budgeting e controllo di gestione.

Matteoprovenendo dall’immobiliare, ancorché avesse ben chiaro il risultato da raggiungere, ovvero l’eccellenza, si è lasciato guidare e consigliare in tutti questi aspetti, compreso il credere e l’investire nel valore aggiunto delle risorse umane, che in una struttura di questa fattispecie diventano punto vincente. edifici-storici-palazzo-dei-mercanti-ascoli-piceno-plana-esterno-1hpyi0Ma non solo. Ha saputo avere pazienza ed investire tempo e risorse in tutti i reparti, cercando insieme di trovare la quadratura tra servizio e costi, aspetto sempre molto delicato. Si è pertanto lavorato da prima sui ricavi, non solo della Room Division. Un esempio è dato dal servizio di Car Valet, dove si è trasformata una criticità tutta ascolana (parcheggi e mobilità del centro storico praticamente impossibili) in un valore aggiunto, sia in termini di servizio, e quindi di Brand Reputation, che di ricavi. Questo ad oggi vale un percentuale importante sui ricavi totali della struttura. Sui costi poi, si è cercato di arrivare ad un giusto rapporto di efficacia/efficienza, sempre in un’ottica di raggiungimento dell’eccellenza in relazione alla struttura.

sauna palazzo dei mercanti

Palazzo dei Mercanti è oggi punto di riferimento d’eccellenza dell’ospitalità Ascolana: 1° su Trip Advisor nelle Marche, 1° su Trip Advisor ad Ascoli, tra i migliori 25 piccoli Hotel d’Italia, 9,5 su Booking.com. Tutto questo è frutto della passione di Matteo di Sabatino, di Simona Dalmazio che lo supporta (o sopporta;-) ) tutti i giorni e dello staff nel suo insieme, che sanno tradurre operativamente tutti gli insegnamenti e le indicazioni ricevute. Che dire, una struttura che in pochi anni è riuscita a far parlare di se in tutta una regione come le Marche ma anche in tutta Italia. Aver contribuito in questo progetto non può che rendermi orgoglioso, per cui un Grazie sentito a Matteo Di Sabatino per avermi dato la sua amicizia e l’opportunità di collaborare insieme.